Verdure: meglio crude o cotte?

Tutti i consigli per una sana alimentazione prevedono il consumo quotidiano di verdura, preferibilmente più volte nell'arco della giornata. 

Nella società odierna, in cui lo scontro tra crudisti, vegetariani, vegani, sostenitori di diete iperproteiche e fautori della dieta mediterranea diventa sempre più aspro, sorge spontanea una domanda: ma le verdure è meglio mangiarle cotte o crude?

Nel video la nutrizionista Valentina Giacometti consiglia di preferire più spesso le verdure crude, che conservano gran parte dei sali minerali e vitamine,notevolmente ridotti con le cotture, soprattutto se prolungate. Tutto questo, però, a patto che le verdure vengano mangiate fresche, poco tempo dopo la raccolta.

La stessa esposizione del raccolto all'aria o ai raggi solari, infatti, riduce il contenuto di alcune vitamine, in particolare la vitamina C. La cottura, quindi, è sconsigliata, in particolare per quegli alimenti ricchi di questa vitamina, proprio perchè termolabile.

Quando invece la cottura è consigliata?

Alcuni ortaggi, al contrario, come la zucca, i funghi, gli asparagi, devono essere consumati cotti. In questo caso, infatti, la cottura aumenta la possibilità di assorbire importanti nutrienti come antiossidanti, e potassio.

Cuocere alcuni alimenti come carote, zucca e pomodori fornisce inoltre un ulteriore vantaggio: l'assorbimento del betacarotene contenuto nelle prime due aumenta a temperature più alte, così come il licopene, importante antiossidante presente nei pomodori, viene liberato maggiormente con la cottura.

Attenzione, però! La biodisponibilità di zuccheri aumenta con la cottura di alcune verdure come carote e barbabietole!

Che tipo di cottura preferire?

La dottoressa consiglia di preferire le cotture brevi, possibilmente scottature veloci in padella con olio extravergine di oliva. In alternativa si può scegliere di consumare le verdure grigliate, oppure al vapore; in questo modo, infatti, possiamo preservare al meglio i nutrienti.

Spesso, però, per velocità scegliamo di lessare le verdure. In questo caso, per non perdere le importanti sostanze nutritive, potremmo bere l'acqua di cottura, come fosse una tisana, così da assicurarci l'assunzione di qualche nutriente in più.

Qualunque scelta facciamo, è bene sempre condire le verdure con olio extravergine d'oliva, ricco di acidi grassi monoinsaturi, quelli buoni per intenderci. In questo modo siamo certi di assorbire al meglio quelle che vengono chiamate vitamine liposolubili (A, D, E, K).

Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube B. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!