La Vitamina D è un Vaccino Antinfluenzale Naturale e un AntiCancro Importantissimo

In questo video la Dottoressa Debora Rasio, oncologa e nutrizionista, ci spiega quanto è importante una vitamina che i medici ignorano completamente. Questa interessante intervista è stata realizzata in occasione del congresso "Be4Eat 2014" di Verona all'interno del Feel Good Expo.

La Vitamina D ha un ruolo importantissimo nella prevenzione e nella terapia delle malattie, a partire da quelle più gravi come tumori, sclerosi multipla, diabete, lupus, vitiligine, psoriasi, autismo etc. Ciò che non ci viene detto è che la Vitamina D dovrebbe essere usata come prevenzione e cura per le malattie autoimmuni poiché è capace di rinforzare molto il sistema immunitario, mentre la multinazionale del farmaco vuole occuparsi di stordire i sintomi delle malattie senza risolverne la causa.

Anche l'artrite reumatoide e la fibromialgia possono essere curate con dei "bagni di sole quotidiani", monitorando i livelli di Vitamina D nel sangue fino a raggiungere i giusti range. Al contrario di quanto ci dicono i dermatologi, l'orario tra le 11,30 e le 15,00 è l'ideale per poter assorbire i raggi solari che andranno poi a farci produrre il prezioso ormone chiamato Vitamina D.

La Vitamina D è da considerarsi un "vaccino" antinfluenzale naturale, capace di rinforzare le difese anche contro virus e batteri, abbassando quindi la probabilità di ammalarsi di raffreddore. Il suo effetto antinfluenza è molto più forte rispetto ad un vaccino, che, comporterà una serie di effetti collaterali, anche gravi (i vaccini abbassano le difese immunitarie e creano accumulo di metalli pesanti pericolosi), ma nonostante tutto, il giro di miliardi attorno ai vaccini non blocca le somministrazioni. L'integrazione di Vitamina D3 andrebbe fatta già nel bambino, visto che tutti i bambini sono carenti di Vitamina D, data la scarsissima esposizione al sole. Scegliete sempre una tipologia il più naturale possibile e vegetale.

Nello specifico la carenza di vitamina D è collegata a un maggior rischio di ammalarsi di tumore, in particolare di quello al seno, al colon, alla prostata e al colon-retto, e si è molto più sottoposti ad infarto, sclerosi multipla, iperglicemia (diabete), ipertensione arteriosa, malattie autoimmuni, schizofrenia, depressione, morbo di Alzheimer, malattie delle ossa come osteoporosi, dolori muscolari e ossei, stanchezza immotivata, frequenti raffreddori, rachitismo, malattie della pelle etc...

Come abbiamo già detto la migliore fonte di Vitamina D è il sole, ma si può ricorrere ad integratori di Vitamina D3  (Vegetale), che siano di ottima qualità, anche perché nessuno potrebbe dedicare così tanto tempo al giorno per esporsi al sole con il corpo scoperto, visto che esistono impegni lavorativi e non solo. Evitare invece quelli derivati dalla Lanolina (lana di pecora), possono risultare pesanti per i reni e compromettere la funzionalità renale creando tossicità. Il livello ottimale di Vitamina D si aggira attorno agli 80 ng/ml.

Ma quali sono i sintomi di una reale carenza?

  • Dolori ossei
  • Carie
  • Osteoporosi
  • Problemi metabolici (diabete, iperinsulinemia...)
  • Malattie della pelle (dermatite, psoriasi, macchie, melanomi...)
  • Allergie
  • Reumatismi ed Artrosi
  • Tumori
  • Raffreddore e Febbre più di una volta l'anno

Al giorno d'oggi noi tutti siamo portati ad avere una più o meno significativa carenza di Vitamina D, una vitamina fortemente sottovalutata ed ignorata. La vita moderna ci tiene lontani dal sole, le creme solari non lasciano passare i raggi indispensabili per produrre Vitamina D. Ecco perché si ricorre agli integratori, come mantenimento, diffidate da quelli a basso dosaggio, risulteranno inutili. Meglio optare per un dosaggio che parta almeno da 1.000 UI al giorno, o 5.000 - 10.000 UI giornalieri nei casi di carenza. Chi ha un tumore deve necessariamente integrare con la Vitamina D.

Autore Strega
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!