Scopri se sei Celiaco senza saperlo

La celiachia è una forma di intolleranza al glutine, da non confondere con la "normale" intolleranza alimentare. Il glutine ingerito è il fattore che scatena i sintomi della celiachia.

Cos'è il glutine? Il glutine è la proteina del frumento, presente nel farro, nella segale, nell'orzo, nell'avena, nel kamut. Alimenti come il bulgur, il cous cous e il seitan (piatto proteico ricavato dal glutine di frumento che sostituisce spesso la carne negli stili alimentari vegetariani) sono assolutamente da evitare per il celiaco.

Infatti solo eliminare il glutine dalla propria dieta può far sì che il celiaco possa avere una vita in salute. Questo perché non esiste ancor oggi una cura per la celiachia, quindi l'assenza di glutine a tavola rimane l'unica soluzione per non stare male. Attenzione però, perché anche le contaminazioni da glutine possono dare problemi, in alcuni casi anche pesanti.

Da poco è stata scoperta una nuova tecnica capace di percepire anche piccolissime tracce, tutto ciò per evitare spiacevoli inconvenienti, difatti per alcuni soggetti anche una minima contaminazione può essere problematica. Grazie ad una formazione di cariche elettriche di segno opposto, è possibile rilevare molecole solitamente impercettibili.

Per il celiaco mangiare del glutine attiva negativamente il sistema immunitario che risponde rifiutando il glutine e danneggiando le mucose dell'intestino, le pareti dell'intestino sono formate da miliardi di villi che permettono di assimilare i nutrienti ma con la risposta al glutine, i villi si appiattiscono ed ecco perché il celiaco soffre di malassorbimento, causando carenze vitaminiche e di minerali, con conseguenti malattie come anemia, osteoporosi, disvitaminosi, artriti, crampi muscolari e spossatezza.

Secondo degli studi la celiachia nasce come conseguenza dei grani "moderni" che hanno purtroppo subito delle mutazioni genetiche, creando grani glutinosi e difficili da digerire, e un consumo giornaliero di cibi con grani moderni, per di più raffinati, giorno dopo giorno mettono sotto stress i villi intestinali. Ad oggi l'unico metodo per accertare una reale celiachia rimane quello della biopsia intestinale, pratica poco amata dalla maggior parte delle persone. In molti casi i problemi col glutine sono collegati con i problemi causati dall'ingestione di latte e derivati.

Infatti, l'intolleranza al lattosio va spesso a braccetto con quella al glutine, questo perché il latte è uno degli alimenti più mal digeriti dal nostro corpo, l'essere umano non possiede gli enzimi idonei per digerire il latte di un'altra specie. Se quindi il latte materno è importantissimo per il bambino, al contrario il latte di mucca risulta davvero poco naturale e dannoso, anche se è credenza comune che il latte sia un alimento salutare, mentre molte malattie come fibromi, cisti ovariche, candidosi, anemie, stipsi croniche, cefalee, cattiva digestione, diabete e tumori sono causate dal consumo di latte, formaggi e di prodotti che li contengono.

Autore Strega
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!