Scarlattina: sintomi e terapia

In questo video si parla della scarlattina. La scarlattina è una malattia infettiva acuta e contagiosa, caratterizzata da angina, eruzione cutanea e delle mucose. La malattia è dovuta a numerosi ceppi di streptococco beta emolitico del gruppo a produttori di una tossina responsabile della eruzione sulla cute e sulle mucose, mentre le lesioni locali a livello della faringe e dell'area tonsillare sono dovute all'azione diretta dei batteri.

Le età maggiormente colpite sono comprese fra i due e i nove anni. Nell'età adulta, si possono verificare infezioni scarlattinose in periodo puerperale e dopo lesioni traumatiche, ferite o interventi chirurgici. Dopo un periodo di incubazione che può variare da due a otto giorni e che può essere del tutto privo di sintomi, la scarlattina si manifesta in modo brusco con brividi e febbre Altissima, accompagnata da nausea, vomito e a volte diarrea.

Dopo 14 ore subentra lo stato eruttivo caratterizzato dalla comparsa di piccole papule rilevate non più grandi di una capocchia di spillo che al tatto vengono apprezzate come una superficie granulosa. Questo stato dura circa sei giorni.

Successivamente subentra il periodo di desquamazione.la desquamazione può durare alcune settimane.

La malattia viene curata con una terapia antibiotica tramite penicillina, al fine di eradicare l'agente patogeno, non soltanto per abbreviare e alleviare il corso della malattia, ma anche per impedire o diminuire la diffusione dell'infezione.

Quando non è possibile usare la penicillina, si può ricorrere all'eritromicina in ragione di 25 milligrammi per chilo di peso corporeo ogni 24 ore per dieci giorni.

Autore pisacane
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Centro Medico Santagostino. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!