Salute - L'alcolismo e i suoi problemi

L'alcolismo è l'intossicazione da alcool che può essere acuta o cronica. L'alcool nell'organismo umano viene rapidamente assorbito per il 20% dallo stomaco e il rimanente dall'intestino.

L'assorbimento rapido a digiuno, aumenta con l'aumentare della concentrazione delle bevande. Si ritiene che per il 98% venga bruciato nell'organismo sino a ridursi in acqua ed anidride carbonica e solo l'1 e il 2% venga escreto inalterato per via renale e polmonare.

In generale, le concentrazioni di alcool dello 0,2% del sangue (alcolemia) si accompagnano ad ubriachezza leggera o moderata; concentrazioni dello 0,5-0,8% sono pericolose per la vita. Si ritiene che per raggiungere la concentrazione 0,1% di alcool nel sangue sia necessaria l'indigestione di 50-100 cc di bevande fortemente alcoliche.

I segni dell'intossicazione acuta sono ben noti per meritare una descrizione; c'è solo da ricordare che l'alcool viene bruciato nell'organismo con relativa lentezza, poco più di 10 cc all'ora e questo spiega perchè l'ubriacatura abbia una non trascurabile durata.

Il trattamento consisterà nel tenere l'intossicato ben al caldo, nella somministrazione della caffeina o anche insulina associata al glucosio. Solo in casi estremamente gravi risulterà appropriata l'inalazione di ossigeno e di anidride carbonica.

L'alcolizzato può apparire persona ben educata in società; al contrario in famiglia si comporta in modo grossolano perché qui il suo vizio gli crea un ambiente sfavorevole cui egli reagisce con litigiosità e violenza.

Autore Nova
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube ingradoch. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!