Salute - Il distacco della retina

Il distacco della retina consiste nella separazione tra il foglietto delle cellule visive e l'epitelio pigmentato che resta aderente agli altri tessuti oculari. Sostanzialmente esistono i seguenti tipi: distacco primario o regmatogeno o idiopatico, secondario o non regmatogeno.

Il primo è caratterizzato da una o più rotture della retina, sollevamento con presenza di liquido sub-retinico in quantità variante da caso a caso; il collasso del corpo vitreo è presente ed è chiaramente visibile in oftalmoscopia binoculare o meglio il vetro a contratto; la degenerazione dell'estrema periferia della retina, degenerazione cistoide, miopia ed arteriosclerosi retinica, atrofia coroideale, sono tutti gravi componenti da indagare così come i fatti di trazione vitreali per le loro azioni dirette o indirette.

Un posto preminente occupa la miopia con tutti i suoi aspetti negativi, favorevoli all'insorgenza del distacco della retina e cioè: assottigliamento retinico, fatti degenerativi periferici e il rimpicciolimento dei vasi arteriosi.

Le tecniche chirurgiche in questi anni si sono evolute moltissimo; sono sorti soprattutto centri altamente specializzati ed operatori altamente qualificati: si è preceduto giorno per giorno a continui perfezionamenti delle tecniche nel senso che oggi si può procedere, in questa raffinata chirurgia oculare.

Gli strumenti chirurgici di cui ci si serve sono le apparecchiature diatermiche, i criocoagulatori, i fotocoagulatoria allo xenon; fascia lata, gomma di silicone, vitreo liofilizzato sono sostanze comunemente impiegate.

Autore Nova
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Massimo Defilippo. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!