Salute - Cos'è la parotite?

La parotite è una malattia infettiva, virale, contagiosa che determina l'infiammazione acuta soprattutto delle ghiandole salivari e del sistema nervoso centrale.

Può colpire soggetti fra i 3 e i 40 anni; è più frequente in primavera e il soggetto diviene contagioso 2 giorni prima della tumefazione parotidea e lo rimane fino alla comparsa della stessa. La parotite è provocata da un mixovirus che penetra a livello dell'orofaringe e presenta un periodo di incubazione di 8-10 giorni prima di dare le manifestazioni caratteristiche. Preceduta da vomito, febbre, malessere generale e dolore retroauricolare, compare la tumefazione parotidea generalmente bilaterale, che quando è molto evidente, tende a far sporgere il lobulo dell'orecchio, facendo assumere al paziente un viso felino.

La febbre dura in genere 2-3 giorni, ma la tumefazione perdura per altri 5 o 6 giorni. Il virus può localizzarsi anche a livello delle meningi e in casi più gravi anche all'encefalo provocando la meningo-encefalite parotidea in cui la cefalea, il vomito, la rigidità della nuca e del tronco, lo stato soporoso e il coma creano un quadro caratteristico che fortunatamente recede in 5 giorni.

Nel trattamento per la parotite non servono a nulla gli antibiotici, conto il virus che l'ha provocato, è solamente indicato il riposo assoluto a letto, analgesici e antitermici. In caso di una localizzazione extraparotidea si possono impiegare cortisonici per attenuare la sintomologia.

Autore Nova
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Maico Italia. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!