Salute - Che cos'è la Sincope

La sincope è la perdita della coscienza, improvvisa e di breve durata, conseguente ad uno stato di ipossia dei centri nervosi. Quindi quando si parla di sincope la perdita di coscienza va riferita ad un fatto cardiocircolatorio, e non ad affezioni neurologiche.
La sincope si manifesta in seguito a varie cause, riconducibili però essenzialmente a due meccanismi fondamentali:

  • riduzione quantitativa del sangue che giunge al cervello;
  • alterazione qualitativa (povertà di ossigeno), dello stesso.

La prima situazione si può verificare per lesioni vascolari arteriose, per rallentamento o arresto dell'attività cardiaca, per caduta della pressione arteriosa per anomale distribuzione della massa sanguigna. Altre cause possono essere un'aneurisma o una stenosi aortica, un riflesso vagale che tenda a far rallentare o addirittura arrestare la frequenza cardiaca, una malattia primitivamente cardiaca (fibrillazioni ventricolari), una improvvisa caduta della pressione arteriosa che può essere causata da fattori emozionali con la predisposizione magari della stanchezza fisica e della fame.

Il secondo meccanismo, alla cui base sta un'alterazione qualitativa del sangue, si può verificare in corso di anemie gravi, da intossicazioni da ossido di carbonio, di cardiopatie congenite cianotizzanti, quali la trilogia e la tetralogia di Fallot.

La terapia, quando sia possibile intervenire, varia a seconda della causa etiologica; si renderà comunque utile la posizione orizzontale con testa declive e arti inferiori sollevati.

Autore Nova
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Cuore e Territorio. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!