Salute - Che cos'è la shigellosi

La shigellosi é un infezione intestinale acuta sostenuta da diversi tipi di batteri del genere Shigella, rappresentato da bacilli immobili gram-negativi, non fermentati, con l'unica eccezione per il lattosio.

La diffusione di tali microrganismi avviene attraverso le feci dei malati, dei convalescenti, dei portatori sani; nella trasmissione della malattia hanno un ruolo preminente le contaminazioni alimentari e idriche, favorite dalle mosche e dalla scarsa igiene personale.

Avvenuta per via digerente l'invasione intestinale, i germi si riproducono nel colon liberando endotiossina ed esotossina con le quali inducono tipiche lesioni ulcerative a livello della parte colica. La malattia, dopo un'incubazione di 1-7 giorni, esordisce violentemente con febbre, con dolori addominali e vomito. La diarrea domina la sindrome, sotto forma di scariche violentissime e frequenti, con emissione di materiale liquido costituito da muco, pus e sangue.

L'esame obiettivo dell'addome evidenzia dolorabilitá diffusa alla palpazione, una certa resistenza parietale ed percezione di coda colica vivacemente dolente. Il quadro generale denuncia la grave deplezione idrosalina; la cute e le mucose sono secche, la facies affilata, terrea, la sete intensa ed insorgono crampi muscolari.

La terapia si avvale per lo più dei sulfamidici a scarso assorbimento, degli antibiotici a largo spettro, eventualmente degli oppiacei. Sarà opportuno correggere gli squilibri idro-elettrolitici con generose infusioni saline e sorreggere l'apparato cardio-circolatorio con i cardiotonici e gli analettici.

Autore Nova
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Rafael Casas. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!