Salute - Che cos'è la Calvizie

La calvizia cronica e progressiva non è altro che la perdita dei capelli in alcune zone del cuoio capelluto. La forma più comune è quella detta ippocratica con riferimento all'aspetto di Ippocrate come appare nei busti che lo raffigurano. Essa si presenta come una stempiatura che si estende a tutta la zona centrale del capo lasciando come residuo di capelli una striscia che va, in direzione circolare, da un orecchio all'altro.

E' per solito esito di una seborrea che colpisce il cuoio capelluto. Che la calvizia sia in qualche modo legata a un disturbo di tipo genitale potrebbe essere confermato dall'osservazione che essa è molto più frequente nel sesso maschile che in quello femminile. E' ben vero però che la calvizia si presenta con frequenza tra quegli individui di sesso maschile, appartenenti alla costituzione brevilinea, di cui si ritiene carattere peculiare la spiccata efficienza sessuale.

Il pelo si distacca dal cuoio capelluto dell'individuo affetto da calvizia, è arido, friabile, profondamente alterato nella sua struttura. L'andamento è cronico è può essere accelerato da malattie infettive, quali il tifo.

Nella donna, una forte caduta di capelli si può verificare durante la gravidanza. La caduta dei capelli continua per qualche mese dopo il parto per poi cessare del tutto.

Autore Nova
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Il Quotidiano Italiano. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!