Salute - Che cos'è la brucellosi

La brucellosi è una malattia infettiva comune all'uomo e a certi animali che sono fonte del contagio. Negli animali l'infezione provoca l'aborto e il germe si trova nel materiale abortivo, nel latte, nelle urtine e nelle feci. La brucella, batterio piccolissimo poco resistente al calore, è la causa della malattia.

La brucella si localizza nel sistema linfo-reticolare provocando fenomeni irritativi e proliferativi di reazione, sicché gli organi che sono più ricchi di tale tessuto aumentano notevolmente di volume. La febbre, che compare dopo circa 20 giorni dalla infezione, ha la caratteristica di non avere nessuna regola, anche se frequentemente ha un andamento ondulante con aumenti e discese graduali alternati a periodo afebbrili di durata variabile.

Alla febbre si accompagnano sempre sudori spesso di odore sgradevole, come di paglia in decomposizione o di ovile, tanto che avevano fatto chiamare la malattia febbre sudorale. Altro sintomo costante è rappresentato dai dolori articolari e muscolari e, peraltro non corrispondono manifestazioni infiammatorie delle parti doloranti.

La malattia, di per se stessa a relativa benignità, può diventare pericolosa per le varie complicazioni che interessano numerosi distretti dell'organismo. La diagnosi diviene certa quando è avvalorata dalle ricerche eseguite nel sangue che possono escludere eventuali dubbi. La malattia può evolvere in maniera acuta e cronica e ha una durata varia di 2-3 settimane.

Autore Nova
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Claudio Sauro. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!