Salute - Che cos'è l'Anemia cerebrale

L'anemia cerebrale non è altro che una sindrome clinica, scaturita da cause diverse, caratterizzata da deficiente aflusso sanguigno in un distretto essenziale per il mantenimento della vita, quale è opportuno il cervello.

La compressione della carotide, le emorraggie profuse e tutte le condizioni che determinano un rapido afflusso di sangue in altri organi (parti, svuotamento di asciti) sono responsabili dell'anemia celebrale acuta che si manifesta con pallore vistoso del volto, respirazione affannosa, polso piccolo e frequente, vertigini e annebbiamento della vista.

Una sintomatologia analoga a quelle testé descritta si ha in quella particolare forma di anemia celebrale acuta, detta sincope, dovuta a temporaneo arresto della circolazione o più semplicemente a una caduta improvvisa della pressione arteriosa provocata da emoraggie, da dolori lancinanti e da sforzi muscolari nei soggetti assai deboli.

Il soggetto dopo pochi minuti si riprende, la sua coscienza si raschiara, il pallore scompare e il polso torna pieno. Oltre a questa forme di anemizzazione acuta esiste un anemia celebrale cronica soprattutto nei pazienti affetti da lunghe e debilitanti malattie che si manifestano con cefalea, vertigini, torpore intellettuale e facile stanchezza.

La terapia nella forma acuta mira a far affluire il sangue al distretto celebrale. Eventualmente si potrà ricorrere alla trasfusione del sangue. Nelle forme di anemia cronica cerebrale la cura è rivolta alla malattia fondamentale.

Autore Nova
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Hernando Coral Rosero. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!