Salute - Che cos'è il plesso cervicale

Il plesso cervicale, è costituito nelle sue radici, dalla anastomosi che si scambiano tra loro i rami anteriori dei primi quattro nervi cervicali; con i numerosi nervi motori che ne derivano innerva i muscoli della nuca, il trapezio, il romboide e il diaframma: con i suoi rami sensitivi provvede alla sensibilità della parte anteriore del collo, del padiglione auricolare, della spalla e della regione sopra-clavicolare.

Le anastomosi che si scambiano i rami anteriori vengono a costruire tre arcate nervose, anteposte alle prime tre apofisi trasverse delle vertebre cervicali sia a destra che a sinista, che nella loro distribuzione raggiungono in parte i piani superiori e sono di natura sensitiva, in parte si mantengono nei piani profondi e sono prevalentemente nervi motori.

Da ciò scaturisce una distinzione: cervicale plesso superficiale  e cervicale plesso profondo.

Al primo appartengono 5 branche nervose di natura esclusivamente sensitiva e distribuite in varie zone; al secondo appartengono 10 nervi esclusivamente motori, ad eccezzione del nervo frenico che nel suo spessore contiene delle fibre di tipo sensitivo.

Quest'ultimo è uno dei più importanti nervi della neurologia periferica; prende origine dal III e IV nervo cervicale, attraversa il mediastino e penetra nel torace dove decorre tra l'arteria e la vena succlavia e successivamente tra la pleura e il periocardio per distribuirsi al diaframma, dopo aver fornito i rami collaterali. La paralisi del nervo insorge a causa di tumori mediastinici.

Autore Nova
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Massimo Defilippo. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!