Rimanere in salute con la rosa canina - Scopriamo le sue proprietà!

Passeggiando per le campagne in autunno vi capiterà senz'altro di ammirare un cespuglio di rose pieno di bacche dal colore rosso acceso, si tratta della rosa canina. Una rosa semplice a 5 petali che cresce spontanea nei boschi e nelle zone incolte.

Quelle bacche appunto sono una miniera di vitamina C e faremmo bene a raccoglierle per fare delle preparazioni, o semplicemente mangiarle, dopo aver tolto i semi. Si chiama canina perchè nell'antichità Plinio il vecchio usava questa pianta per curare la rabbia dei cani.

Con le bacche possiamo fare una tisana in questo modo: in un litro e mezzo di acqua mettiamo 25 bacche e una mela tagliata a dadini. Mettiamo il tutto su fuoco molto lento per preservare i principi attivi e la vitamina C che è termolabile, e poi filtriamo.

Famosa è la marmellata fatta con le bacche. Si mettono a cuocerle in acqua e poi si passano con un passaverdure. La polpa poi si rimette sul fuoco per farla rassettare, col lo zucchero, quindi si ripone nei vasetti.

Si può fare l'aceto di bacche in questo modo: In un litro di aceto di mele si mettono a macerare 60 bacche per 15 giorni e poi si filtra. Si prende mezzo cucchiaino sciolto in un bicchiere d'acqua la mattina e la sera.

Infine per far ringiovanire la pelle si piò fare una maschera per il viso con le bacche molli.

Autore gerrycaputo
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!