Rianimazione cardiopolmonare:tutti possono intervenire e salvare la vita

L’arresto cardiaco è una delle patologie che colpisce oltre 400.000 persone ogni anno di cui oltre 60.000 soltanto in Italia. Quando si parla di arresto cardiaco è fondamentale sapere che prima si interviene e maggiori possibilità di salvare la vita dell’interessato si hanno: si è studiato come per ogni minuto che passa le possibilità di salvare una persona si riducono del 10%, ragion per cui, oltre gli 8 minuti, le possibilità sono davvero basse. La maggior parte degli arresti cardiaci avvengono alla presenza di diverse persone o gruppi di persone che potrebbero iniziare le semplici manovre di primo soccorso utili a ristabilire il circolo in attesa dell’arrivo dei sanitari. Si è anche visto come, nonostante la percentuale di arresto in presenza di persone sia così alta, coloro che intervengono rappresentano una percentuale davvero molto bassa: circa il 15%. “Tutti possono e devono imparare queste semplici manovre che possono salvare la vita, anche i bambini perché entro i primissimi minuti, prima dell’arrivo dell’ambulanza e del personale specializzato, le possibilità di sopravvivenza raddoppiano o triplicano”, sottolinea il Dott. Vailati, anestesista rianimatore IRC. Da qui nasce la necessità di questo video, in cui apprendere le manovre di primo soccorso.
Autore V2793
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!