Raffaele Morelli - Ricaricare il cervello

In merito ai contenuti dell'ultimo numero di Riza Psicosomatica incentrato sul ricaricare il cervello dopo la pausa estiva e le vancanze, il Professor Raffaele Morelli spiega quanto a volte al ritorno dalle tanto agognate ferie ci si auto impongnono degli obbiettivi e dei progetti predeterminati. Questo approccio è da solo in grado di toglierci qualsiasi spontaneità, soprattutto se si trattta di porgetti che sono lontani dalla propria vera natura (progetti quindi che sono figli di scelte sbagliate o imposti dalla società).

Morelli accenna poi ad un particolare problema di una sua paziente che con determinati atteggiamenti caratteriali ogni volta poneva fine ad un rapporto di coppia. La visione di Morelli pone, non un problema legato all'approccio da parte della paziente, ma al fatto che ogni sfaccettatura della propria personalità ha un motivo di esistere, come un affiorare di un qualcosa che non deve essere necessariamente curato ma a cui va lasciato il giusto spazio.

Quindi per ricaricare il cervello è necessario mettersi nella condizione di accogliere tutti i lati della nostra personalità come aspetti di un unicum, i quali hanno un preciso ruolo al pari di tutti gli altri. Spesso invece si cerca di trovare un perchè a queste nostre sfaccettature, così facendo però le etichettiamo come errori e sbagli da correggere, in questo modo poi arriviamo a reprimerle rendendo cronica una funzione che noi frettolosamente classifichiamo come errore.

Autore jeronta17
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Edizioni Riza. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!