Radiazioni gamma polarizzate: capacità di indurre la crescita tumorale

Uno dei temi che vengono discussi da diverso tempo e in maniera ampia è quello che riguarda le radiazioni che sono nocive per l'uomo e le strategie che dovrebbero essere messe in atto per limitarne l'assorbimento da parte del nostro corpo. Sono stati condotti, a questo proposito, diversi studi scientifici, i quali hanno messo in correlazione l'incidenza di tumore in popolazioni che, per un motivo o un altro, erano sottoposte a diversi tipi di raggi nocivi. 

Nel corso di questi mesi si è scoperto come le radiazioni possano determinare l'insorgenza di cellule di tipo neoplastico e la successiva presenza di un tumore nei soggetti che ne sono sottoposti in quantità elevate giorno dopo giorno. Tra queste spiccano le radiazioni gamma polarizzate. Quest'ultime, infatti, sono in grado di penetrare qualsiasi tipo di oggetto ad eccezione del piombo, ragion per cui tutti dovremmo avere delle pareti di piombo per schermarle. Ma questo risulta essere davvero molto difficile.

In questo video, con l'aiuto del Prof. Nicola Limardo, andremo a scoprire come questo tipo di raggi (più forti addirittura dei raggi X), siano in grado di intervenire a livello cellulare, causando delle modificazioni che a lungo andare potrebbero determinare l'insorgenza di tumori. Per questo motivo si stanno mettendo a punto dei dispositivi in grado di schermare questi raggi e di ridurre l'accumulo degli stessi a livello del nostro organismo, per scongiurare il rischio di neoplasie. 

Autore V2793
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!