Professor Morelli - Come Imparare a Vedere L'Ansia

Un video breve ma molto intenso questo, dove il Dottor Raffaele Morelli, psicoterapeuta e Presidente dell'Istituto Riza illustra un diverso modo di affrontare i disagi quali l'ansia e il panico. Inizialmente ci spiega che l'uomo ha sostanzialmente due modalità con cui risponde a determinati disagi; il primo il più comune è una reazione al disagio con uno sguardo solo sui luoghi comuni, solo su una serie di pensieri autoreferenziali che non apportano modifiche al problema ma lo mantengono in quanto spesso si fanno ragionamenti collocati nel passato.

Questo è lo sguardo che si focalizza sul dettaglio e che esclude tutto il resto, oppure c'è la modalità più prettamente 'creativa' che nessuno utilizza (forse i bambini piccoli), che trasforma un disagio in una cosa completamente slegata dai fatti contingenti, percepire l'ansia come fosse un elemento della natura, un qualcosa che viene e che va. Questo approccio ci porta a perdere momentaneamente la parte razionale che è inutile in questi frangenti (anche perchè se la ragione risolve un problema è perchè non era tale). Abbiamo perso il pensiero legato alle fiabe, alle favole che sono ricche di simboli e di archetipi.

I nostri disturbi non affiorano per crearci dei problemi pratici e Morelli racconta di una paziente che aveva comportamenti ossessivi che nascondevano significati profondi; se tronchiamo la nostra vita a metà, tralasciando la parte del pensiero creativo significa che allontaniamo una parte nostra che ha il diritto di esistere in combinazione con la parte logica e razionale con i suoi doveri e le sue regole sociali. Ma l'uomo non è questo, è in realtà un'insieme di più elementi, di forze complesse nascoste nel nostro mondo interiore che se non accolte si esprimono camuffandosi in disagi come ansia e panico.

Autore jeronta17
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!