Prof Berrino: "Se ci ammaliamo aumenta il PIL e diminuisce lo spread"

Il professore Berrino in un'intervista per le Iene espone le sue considerazioni sul mondo della sanità. In primo luogo espone la sua teoria riguardo l'alimentazione, secondo cui il cibo che ingeriamo è in grado di dare grandi benefici al nostro corpo. Infatti, è possibile, attraverso un'alimentazione sana e corretta, prevenire infezioni e malattie.

Anche durante il cancro, sarebbe preferibile per il paziente sapere quali sono gli alimenti che può mangiare e quelli che provocano peggioramenti all'organismo. Purtroppo questo discorso è molto difficile da affrontare negli ambiti ospedalieri. Lo stesso professore Berrino spiega il perchè di questa affermazione. Paragona, infatti, la sanità alla più grande industria italiana che garantisce un grosso interesse economico.

Se noi ci ammaliamo, il PIL cresce e lo spread diminuisce. In questo modo, la sanità non ha nessun interesse nella prevenzione e nella diffusione di idee alternative ai medicinali, quali quelle di Franco Berrino. Paragonando il settore della salute ad un'industria che mira ad aumentare i profitti è facile perdere parte della fiducia verso i medici e i tutto ciò che gira intorno a loro.

Quando ci sono così tanti interessi si può "mal pensare" e credere che non ci sia la volontà di guarire "del tutto" il malato dato che questo non porterebbe più entrate all'industria farmaceutica.

Autore Ninco89
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!