Plastinazione: il corpo umano plastificato

Si chiama Gunther Von Hagens il geniale anatomopatologo artista, creatore di questa innovativa tecnica in grado di conservare il cadavere in perfetto stato.

La metodologia consiste nel sostituire i liquidi corporei tramite speciali polimeri mantenendo inalterate forma e colore.

Nata a scopo didattico, per studenti in medicina e chirurgia, la Plastinazione, permette di conservare a tempo indeterminato i preparati anatomici, una sorta di sostituto moderno delle cere anatomiche utilizzate in epoche passate: ma mentre nelle cere il corpo veniva quasi completamente ricostruito da ceroplasti, veri e propri scultori specializzati, con la nuova tecnica si usa il cadavere reale che viene sezionato e quindi impregnato forzatamente con silicone (o altro polimero).

Il carattere artistico comunque ha una componente fondamentale nel lavoro di Hagens:

i corpi sono sempre ritratti in posizioni della vita reale, intenti a compiere gesti quotidiani, correre, ballare, in movimento e mai in pose statiche tipiche del manichino anatomico.

Il controverso scienziato-artista, da molti considerato un genio, criticato da vari comitati bioetici, acquisisce i cadaveri tramite un sistema di donazione online: andando sul sito ufficiale bodyworlds, è possibile, compilando un modulo, donare il proprio cadavere alla scienza ed essere immortalati in una statua umana dall'artista: pensate che siano pochi a fare ciò?

Vi state sbagliando, le iscrizioni sono talmente tante che ditta del patologo col cappello nero dovrà aumentare l'organico in maniera esponenziale!

Autore vesalio
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!