Integratori alimentari di Omega 3 da Olio di Pesce? Tossico, Cancerogeno ed Inutile

Gli integratori di olio di pesce sono largamente diffusi a livello mondiale. Vedere come viene estratto l'olio di pesce però, fa davvero provare disgusto. L'odore durante l'estrazione è talmente forte che gli operai devono ricorrere ai ripari, l'aria diventa irrespirabile, gli occhi bruciano e lacrimano. In questo video vengono chiaramente citati i rischi e le false speranze per chi vede nell'olio di pesce un aiuto per il cuore.

A quanto pare gli Omega 3 del pesce e tumori della prostata (ma non solo) vanno decisamente a braccetto. Proprio così, questo studio arriva direttamente dal "Fred Hutchinson Cancer Research Center" di Seattle, nello Stato di Washington, e la notizia è stata pubblicata sul "Journal of National Cancer Institute". Secondo questo attento studio, gli acidi grassi del pesce sono altamente associati ad un 71% di aumento del rischio di cancro maligno alla prostata.

L'olio di pesce (o integratori di Omega 3 derivati dal pesce), vengono consigliati a coloro che presentano un alto valore di trigliceridi nel sangue e nei soggetti a rischio malattie cardiache, ma attenzione a ciò che potrebbero causarvi. La bugia sui tanto proclamati effetti benefici dell'integrazione di olio di pesce pare stia in realtà mietendo vittime ed è stato confermato come al contrario di quanto sostengano molti medici, gli omega 3 derivati dal pesce non possono proteggere da infarto ed ictus.

Che si tratti allora solo di propaganda? Anche il tanto acclamato "pesce azzurro" contenente gli Omega 3, e si rivela in realtà una minaccia per la salute. Il tutto è spiegato dal fatto che nel pesce, dopo la morte, si avvia un rapido processo putrefattivo, ecco così che anche gli Omega contenuti in esso diventano "marci" e di conseguenza tossici, arrivando a causare tumori che vanno dalla prostata al seno. Senza contare l'alta presenza di acido urico.

Se proprio si vogliono assumere degli integratori acquistate quelli di derivazione vegetale e per quanto riguarda l'alimentazione, per avere la giusta quantità di omega 3 affidatevi con sicurezza al consumo di semi di lino pestati al mortaio, di olio di semi di lino spremuto a freddo e di noci, da preferire sempre quelli con il guscio, in modo che gli omega rimangano intatti.

Autore Strega
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!