Le proprietà naturali del Tarassaco

Quanti sono coloro che, pur apprezzando il tarassaco, ne conoscono tutte le virtù?

Chi sa, per esempio, che un piatto di questa insalata produce un'azione terapeutica di notevole importanza?

Naturalmente, le sue proprietà non sono passate inosservate al dottor H. Leclerc che vantando i meriti di questo vegetale ne ha messo in risalto l'azione sulle funzioni epatiche.

La cellulite e tutte le dermatosi che non abbiano origine da cause esterne ma siano dovute a disfunzioni organiche, trovano giovamento in una cura a base di tarassaco. Il potassio che esso contiene gli conferisce proprietà diuretiche, ed è così che, secondo il dottor J. Brel, grazie all'azione congiunta su fegato e reni, il tarassaco "lava il filtro renale e asciuga la spugna epatica".

Il tarassaco è ricco di clorofilla che rappresenta un importante elemento cicatrizzante, in particolare nei casi di ulcera. Esso inoltre è un attivatore dell'ipofisi del fegato e dei reni.

Per un'azione rapida sul sangue, sia depurativa che di arricchimento grazie al ferro che contiene, si trita il tarassaco e lo si spreme per estrarne il succo, da bere immediatamente e nella maggior quantità possibile. Si trarrà giovamento anche da un brodo ottenuto facendo bollire adagio tre o quattro cespi di tarassaco in un litro d'acqua, fino a che il liquido sia ridotto in un terzo: bere nelle ventiquattr'ore. Questo brodo è anche prezioso nei casi di emottisi. Cotto con olio d'oliva, cipolle e funghi, il tarassaco è gradevolissimo e molto nutriente, ma è preferibile farne saporite insalate crude. Ricordiamo ancora che il tarassaco è un rimedio naturale molto efficace contro i calcoli biliari.

Autore Nova
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!