Le proprietà benefiche e fitoterapiche della frangola!

La frangola è un arbusto che presenta generalmente pochi rami e che si sviluppa in diverse aree dell’Europa e dell’Asia. Ha le foglie caduche e gli esemplari adulti possono arrivare anche ad un’altezza di circa 3-4 metri. La frangola è conosciuta da anni per le sue proprietà benefiche e terapeutiche che è in grado di apportare all’organismo del soggetto che ne faccia un uso abbastanza regolare. Dell’arbusto vengono utilizzate sia la corteccia che i frutti.

La corteccia della frangola contiene delle sostanze particolari conosciute come glicosidi antrachinonici che tendono a stimolare la peristalsi intestinale. Queste sostanze non vengono attivate né a livello dello stomaco né a livello dell’intestino tenue ma nell’intestino crasso vengono trasformate e sono responsabili del movimento della mucosa intestinale e, quindi, nel favorire l’espulsione del materiale fecale. Proprio per questo motivo la frangola viene utilizzata dai soggetti che soffrono di stipsi, agendo come lassativi del tutto naturali. Ma questo non è tutto: il principio attivo dell’arbusto, ossia la frangolina, agisce per determinare un rammollimento delle feci.

Grazie a questa sua azione è indicata nei soggetti che soffrano di ragadi ed emorroidi. Molti ne raccomandano l'utilizzo anche in seguito ad interventi chirurgici a livello del retto e dell’ano per cercare di favorire l'eliminazione fecale senza avvertire alcun tipo di dolore che, di solito, compare sempre!
Autore V2793
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!