La Carne è ottima per ammalarsi di cancro - Le verità sulla carne.

In questo video, alcune delle più importanti testimonianze di studiosi e nomi illustri che confermano i pericoli dietro il consumo di carne, da Umberto Veronesi ad altri medici Americani e le esperienze di chi ha potuto notare i miglioramenti sulla propria salute dopo averla eliminata del tutto.

Oramai non è più un segreto, la carne è cancerogena quanto le sigarette e l'amianto, quindi se proteggete i vostri bambini dal fumo passivo dovreste farlo anche per la carne. Purtroppo invece falsi-cibi come i wurstel vengono spesso proposti ai bambini durante i pasti.

Specifichiamo intanto che esistono vari tipi di carne:

Rossa: maiale, manzo, vitello, capra, pecora, agnello, cavallo etc.

Bianca: pollo, coniglio, tacchino, anatra, quaglie etc.

Di mare: tutto il pesce. (la carne di pesce è molto ricca di acido urico ad esempio, un elemento che va a depositarsi nel nostro sangue creando forti infiammazioni che possono sfociare in dolori muscolari ed articolari, gotta e tumori.)

Secondo gli ultimi studi i tumori più frequenti con il consumo di carne sono quello del colon-retto e quello dello stomaco. Lo stesso Dottor Veronesi oramai da anni ci avverte sul fatto carne cancerogena. Rimane però un argomento tabù vietato in televisione ma non solo, sarà forse perché un malato di tumore solo negli Stati Uniti fa guadagnare più di 250.000 dollari alle multinazionali che si occupano di farmaci chemioterapici, interventi nei reparti di oncologia, tac, mammografie, risonanza magnetica e quant'altro?

Come se non bastasse il fatto che la carne sia già di per se cancerogena, l'uomo ci mette la sua con l'utilizzo di antibiotici, ogm ed ormoni negli allevamenti e pesanti additivi nelle carni macellate. Ne sa qualcosa Sara Di Natale, una giovane Catanese di 22 anni che dopo aver mangiato una polpetta di carne è andata in shock anafilattico entrando in coma. Motivo? L'alta concentrazione di nitriti e nitrati. Il macellaio in questione è stato condannato a 4 anni di reclusione per aver ripetutamente venduto carne con aggiunta di alte dosi di nitriti e nitrati.

Questi composti, possono avere gravi danni sulla salute, che possono portare allo sviluppo di malattie serie o causare addirittura la morte dopo un iniziale stato di coma. La carne non può avere un aspetto di colore rosso, ricordiamo che la carne è pur sempre un pezzo di un essere morto, quindi il processo putrefattivo la rende scura. Per attirare il cliente con un rosso vivo e brillante che da l'illusione di qualcosa di fresco, si utilizzano certi trucchetti.

I macellai a volte superano i limiti consentiti per legge, usando dosi massicce di solfiti, utilizzati perché fungono da conservante, poichè rallentano la crescita microbica (ma non bloccano però la putrefazione in corso).

Sigle dei nitriti:

  • Nitrito di sodio (E250)
  • Nitrito di potassio (E249)

Sigle dei nitrati:

  • Nitrato di sodio (E251)
  • Nitrato di potassio (E252)

Ci sono dei sintomi da intossicazione di solfiti e nitrati, come difficoltà respiratoria, asma, fiato corto, tosse, respiro affannoso. I salumi ne sono pieni zeppi, così come il resto della carne lavorata meccanicamente, ma lo stesso discorso vale anche per la carne che trovate sul bancone del macellaio sotto casa.

I giornali gridano l'allarme carne colorata, ma in realtà fa parte della normale prassi che evita la naturale decolorazione della carne che con il suo processo di putrefazione va incontro al deterioramento.
Per la legge su 1 kg di carne sono consentiti fino a 3 grammi di conservante, e già queste dosi non assicurano l'assenza di effetti collaterali. Nei preparati di carne tritata, che spesso contiene un mix di carni scartate, i nitrati e i nitriti vengono usati in  abbondanza. Le ricerche scientifiche degli ultimi confermano però come anche le carni rosse non trattate, tendono ad aumentare il rischio di cancro.  Per velocizzare molti di noi usano aprire una confezione di affettato (insaccati vari), vere e proprie minacce per la salute.

I nitriti vengono trasformati nello stomaco in acido nitroso. L'acido nitroso si lega con le ammine, dando vita alle nitrosammine, senza dubbio cancerogene (ad esempio causa di tumori dello stomaco e dell'esofago). Uno studio del 2007 effettuato dalla Columbia University ha confermato che mangiare carne contenente nitrati diminuisce di oltre il 3% la capacità respiratoria. L'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro ha descritto i nitrati e i nitriti come responsabili di tumori.

Nel 1983 su 6.500 persone si è potuto constatare come le proteine animali (tutte) aumentano il rischio di malattie come tumori maligni, malattie del cuore, demenza, malattie autoimmuni, ictus cerebrali, aneurisma e demenza.

Il Dottor T. Colin Campbell (famoso per il suo The China Study), con i suoi studi che durano da oltre cinquant'anni, dichiara senza alcun dubbio come coloro che consumano proteine animali hanno una maggiore quantità di crescita insulino-simile IGF e IGF1, con conseguente insorgenza di tumore, stesso discorso per quanto riguarda il colesterolo, che non solo occlude le arterie ma risulta essere persino cancerogeno.

Come al solito non mancheranno i negazionisti, coloro che vogliono screditare questo tipo di studi, alcuni per interesse personale, altri per continuare a cibarsi senza pensieri, come lo struzzo che mette la testa sotto la sabbia.

Autore Strega
Vota questo articolo
Watch
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!