L'avena - Un alimento importante nell'alimentazione

E' l'alimento base degli abitanti dei paesi freddi: scozzesi, scandinavi ecc. Il loro primo piatto "nazionale" il porridge, è preparato facendo cuocere nell'acqua, molto rapidamente, farina (o fiocchi) di avena, e aggiungendo poi zucchero e latte crudo.

L'avena, sconosciuta agli antichi egizi e agli ebrei, fu invece largamente coltivata dai greci, dai romani, dai germani e dai galli; verso la fine dell'anno 1000 si diffuse anche nei paesi dell'Oriente.

L'avena è ricca di sostanze grasse, idrati di carbonio e sali minerali: sodio, ferro, calcio, magnesio, fosforo.

Dà tono e vigore ai muscoli, ma è leggermente eccitante e non si addice troppo ai soggetti nervosi. E' eccellente nei casi di astenia muscolare, nervosa o psichica; stimola e riscalda in quanto accelera il ricambio. Si adatta benissimo al ritmo cellulare dell'infanzia.

Diuretica, tonica e rinfrescante, l'avena è raccomandata contro l'intossicazione da urea. Poiché contribuisce alla riduzione del tasso glicemico, è indicatissima nei casi di diabete; lo afferma il dottor Leclerc, il quale ricorda anche che l'avena contiene un ormone affine alla follicolina, che agirebbe sull'impotenza sessuale. Per la sua azione stimolante della tiroide, è utile nei casi di ipotiroidismo e di linfatismo.

Oltre che per farne il porridge, i fiocchi di avena si utilizzano nelle minestre. Se ne può anche ottenere una bevanda diuretica e leggermente lassativa facendo bollire per mezz'ora 20 gr in un litro d'acqua.

E' raccomandabile far dormire i bambini, come pure i malati colpiti da affezioni celebrali, su materassi di pula di avena.

Autore Nova
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!