Ipertrofia prostatica benigna: cause, sintomi e rimedi naturali!

Quando si raggiungono e si superano i 50 anni cominciano a comparire una serie di disturbi e di problematiche nella popolazione maschile. Uno di questi disturbi è sicuramente rappresentato dall’ipertrofia prostatica benigna. Per IPB si intende un aumento del volume del tutto naturale della ghiandola prostatica che porta dei problemi anche gravi a livello dell’apparato urinario maschile.

Tutto ciò che è legato alle manifestazioni cliniche è in correlazione con le dimensioni che la ghiandola prostatica ha raggiunto. Una prostata in fase iniziale del disturbo non darà alcuna manifestazione clinica mentre, nella fase più acuta sicuramente i problemi saranno molto evidenti. La sintomatologia può essere sia di tipo ostruttivo che di tipo irritativo. Nel primo tipo rientrano tutte quelle manifestazioni che riguardano la minzione: l’incompleto svuotamento della vescica, la disuria e la stranguria, oltre che l’intermittenza nel flusso dell’urina stessa. Fra i sintomi irritativi, invece, troviamo altri disturbi molto frequenti come la nicturia, ossia la continua minzione durante le ore notturne, e la pollachiuria, ossia l’aumento delle minzioni con incompleto svuotamento della vescica.

In questo video, grazie anche all’aiuto della naturopata, Simona Oberhammer, potremmo venire a conoscenza non solo delle cause di ipertrofia prostatica benigna ma anche dei quattro rimedi naturali che sono stati opportunamente selezionati per tenere a bada, almeno nelle fasi iniziali, questo disturbo molto comune.
Autore V2793
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!