Il segreto della guarigione

Non siamo solo dei numeri. Grazie ad internet (utilizzandolo nel modo corretto) e soprattutto grazie a dei libri che trattano le cure igieniste, possiamo avere la possibilità di cambiare il nostro modo di vedere le cose e di informarci sempre di più anche attraverso esperienze personali.

La via della guarigione è un lungo cammino che passa attraverso la conoscenza di sé stessi. Il passo fondamente da compiersi è il lasciarsi alle spalle le bugie che ci sono state raccontate nel corso di secoli e millenni. Il cambiamento dello stile alimentare è una di quelle cose che sta certamente alla base della nostra salute. Ma non è l'unico passo da compiere.

In questo importante e completo video si parla anche del digiuno terapeutico, una "tecnica depurativa" molto antica che ci aiuta a ripulire il nostro organismo, tramite l'auto-guarigione, guarendo anche cisti, fibromi, masse e malattie di vario tipo. La medicina ufficiale, solitamente, non condivide questa tipologia di cura; sta a noi documentarci e aprire le menti rivalutando tutto ciò che ci è stato tramandato da generazione a generazione, ma questo non vuol dire che bisogna chiudersi e non riflettere sui metodi di guarigione che rispettano i ritmi dell'organismo.

Siamo abituati a combattere il sintomo con il farmaco, tamponando e bloccando il tentativo di guarigione, quei segnali importanti del corpo che ci vogliono avvertire di un bisogno di depurazione da alimentazione errata, stress, etc.

Oggi esiste un farmaco per ogni sintomo e ogni sintomo è rinominato con il nome di una malattia. Un mal di testa che arriva spesso è sintomo di qualcosa, i motivi possono essere molti, ma spegnere il male con il farmaco non farà che azzittire per un pò il sintomo, spostandolo magari da un'altra parte.

Quando durante il raffreddore il naso cola, stiamo eliminando del muco, muco che se non eliminato può andare a stagnarsi un pò ovunque, causando terribili mal di testa, dolori diffusi etc. Con i farmaci mirati a "combattere" il raffreddore interrompiamo un importante processo eliminativo. Purtroppo la società moderna che ci rende "schiavi" del lavoro, non ci permette di seguire il nostro organismo nella guarigione. Gli impegni, il lavoro, le responsabilità, i figli, etc, spesso sono motivo di voler avere la scomparsa dei sintomi il prima possibile.

Una cisti esterna, gonfia e dolorante, dovrebbe finire il suo processo rompendosi esternamente, cacciando via il "materiale di scarto". In realtà il medico di turno prescriverà un antibiotico, magari accompagnato da cortisone. La cisti a breve cesserà di causare dolore, ma avremo interrotto il suo processo di eliminazione.

Una dermatite trattata con pomate al cortisone che faranno sparire le macchie pruriginose, non risolverà il problema. La causa della dermatite ad esempio potrebbe essere uno stress emotivo, un'intossicazione da metalli pesanti, o un accumulo di tossine nel sangue, con un fegato che sta faticando a fare il suo duro lavoro.

La natura ci insegna che più ci allontaniamo da ciò che è la nostra natura psico-fisica, più staremo male. Se non si hanno sintomi non vuol dire che si stia bene, e certe situazioni di intossicazione non possono essere viste con le famose e ultra utilizzate TAC, Risonanze Magnetiche, Ecografie, Mammografie etc, pratiche tra l'altro, a sua volta dannose a livello di radiazioni e/o prodotti chimici, oltre che stimolanti del terrore che scatta nel soggetto che si sente in pericolo con "ansia da screening". I bambini sono tra i soggetti più mal curati. Imbottiti di sciroppi, supposte, antibiotici, cortisonici, paracetamolo e vaccini, sono i "clienti" preferiti delle multinazionali del farmaco.

Le mamme che vanno nel panico se il bambino ha la febbre sono tra i soggetti più "deboli" per via della paura che il figlio possa aggravarsi o morire. Seguirà quindi alla lettera i consigli del pediatra. Farmaci di ogni tipo e cibo praticamente "ingozzato a forza", con bambini rinchiusi in casa col terrore degli spifferi, dell'aria, dei virus, dei batteri, del freddo, dell'inappetenza. Non bisognerebbe forzare i bambini a mangiare, ma allo stesso tempo bisogna capire il motivo della mancanza d'appetito. Bambini stitici che non riescono a svuotare l'intestino sono il risultato del latte animale insieme agli orribili omogeneizzati.

Il nostro intestino, continuamente stressato e violato da emozioni negative, proteine animali, farine raffinate, Cole e simili, cibi stracotti, latte e formaggi, uova, zucchero bianco, sale sbiancato, alcolici, grani OGM, pesticidi, non riesce a gestire l'accumulo di feci che per mancanza di fibre, di enzimi, di cibi vivi (verdure crude, germogli, frutta), andrà in costipazione. Il nostro intestino tipico da "animale frugivoro", si trova a dover "combattere" giornalmente con "cibi" completamente inadatti.

Ad esempio una fetta di carne o una porzione di pesce, rimane a putrefarsi nel nostro intestino per giorni, causando una pericolosa putrescina che oltre ad essere altamente cancerogena può dar vita a vermi intestinali. ll latte vaccino invece, con la sua caseina, crea un ambiente colloso, incapace di assorbire i nutrienti importanti. Ecco perché molte persone anemiche smettono di esserlo eliminando completamente latte e formaggi.

Anche se andate in bagno regolarmente ogni giorno non vuol dire che non avete un accumulo di feci vecchie, con tossine che circolano nel sangue, sforzando fegato e reni, con conseguenti sintomi che possono essere:

  • Allergie
  • Mal di testa
  • Raffreddori frequenti per difese immunitarie basse
  • Febbre sia alta che bassa
  • Difficoltà digestive
  • Alitosi
  • Capelli grassi, secchi o sfibrati, con crescita lenta
  • Diabete
  • Dolori muscolari, articolazioni bloccate
  • Calo di energie
  • Pelle impura o secca
  • Cervicale
  • Cisti, polipi, fibromi
  • Tumori
  • Diverticolite
  • Intolleranze alimentari
  • Depressione
  • ...... E molto altro!

Come potete comprendere nel video che vi alleghiamo, esistono dei metodi per ripristinare le funzioni di auto-guarigione, seguendo le regole di trattamento in linea con i segnali del nostro organismo, così complicato ma allo stesso modo così maltrattato. Vi lasciamo allora a questo bellissimo filmato che ci parla senza filtri di come possiamo rispettare la natura umana, con i suoi limiti ma con le sue preziose capacità di saper combattere le malattie con i mezzi giusti.

Autore Strega
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!