I lipidi: struttura e proprietà fisiche

In questo breve video si parla dei lipidi. I lipidi sono la fonte più concentrata di energia e la forma in cui viene immagazzinata la maggior parte delle riserve energetiche dell'organismo. I lipidi costituiscono circa il quindici per cento del peso corporeo umano.

Nell'organismo i lipidi sono componenti strutturali, agiscono da agenti emulsionanti, contribuiscono alla termoregolazione e servono di riserva per la produzione di energia metabolica. I lipidi si dividono in lipidi semplici e lipidi complessi. I lipidi semplici sono composti da carbonio, idrogeno e ossigeno, e comprendono trigliceridi, cere e terpeni. I lipidi complessi, sono composti da carbonio, idrogeno, ossigeno e fosforo e sono frutto di esterificazione degli acidi grassi con alcoli.

La quantità complessiva di lipidi nella razione alimentare dovrebbe essere compresa tra il  25 e il 40 per cento delle calorie assunte giornalmente. Inoltre, sono da rispettare equilibri nutrizionali tra i diversi gruppi di acidi grassi, senza eccedere nel consumo di alcuni acidi grassi polinsaturi.

I lipidi assunti con la dieta, costituiti in prevalenza da trigliceridi e, in minore quantità, da fosfogliceridi, esteri del colesterolo, vengono scrissi e assorbiti a livello dell'intestino tenue, in cooperazione con altri organi e sistemi, quali stomaco, pancreas, fegato, sistema neurovegetativo ed endocrino. I lipidi, sia quelli di origine vegetale, che quelli di origine animale, sono costituiti prevalentemente da miscele di trigliceridi.

I trigliceridi sono molecole formate da glicerina a cui sono uniti tre acidi grassi quasi sempre diversi tra loro.

Autore pisacane
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Treccani Scuola. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!