Ecco come una donna è guarita da osteoporosi, ipertensione, cistite etc

In questo video nonna Piera, 94 anni, comodamente seduta sul suo divano, viene intervistata da Michele Riefoli (Vice Presidente di Coscienza e Salute). La donna racconta di essere diventata vegana a 84 anni, grazie all'insistenza della figlia che aveva già precedentemente fatto questa scelta alimentare beneficiando di molti miglioramenti per quanto riguarda la salute. La signora Piera soffriva di una cistite cronica da ben 5 anni, la sua pressione arteriosa faceva su e giù, la MOC mostrava una osteoporosi con rischio di frattura spontanea, un mal di testa giornaliero la costringeva a prendere farmaci per calmarlo, una forte cervicale la faceva andare a letto con la nausea.

Tutto questo è sparito grazie al suo cambiamento alimentare. E pensare che prima la donna era addirittura preoccupata per la scelta alimentare della figlia, poiché i pregiudizi e le frottole raccontate sull'alimentazione vegana fanno apparire questo stile alimentare come carente di nutrienti come ferro, calcio e proteine. La falsità di questi pregiudizi possiamo constatarla ascoltando le testimonianze di chi invece dopo aver cominciato questo percorso ha addirittura guarito delle malattie. Le testimonianze sono tantissime, anche se purtroppo vengono volutamente censurate ed oscurate, poiché medici, ospedali e farmacie temono una grossa crisi. Meno siamo malati meno saremo fonte di guadagno, più malati siamo più ingrassiamo gli incassi di multinazionali del farmaco, aziende ospedaliere, medici etc.

Tumori regrediti, livelli di glicemia normalizzata, cisti e fibromi riassorbiti, sono solo alcune delle testimonianze reali da parte di chi ha intrapreso seriamente il cammino verso un'alimentazione naturale. Per corretta alimentazione vegana s'intende una "dieta" ricca di frutta e verdure di stagione, cereali integrali, frutta secca ed essiccata, semi vari, olii spremuti a freddo e legumi. Madre natura ci offre tanti di quegli alimenti benefici che avrete solo l'imbarazzo della scelta. Da bandire tutti gli alimenti di origine animale, zucchero bianco, bevande gasate, alcool, cibi spazzatura. Ricordiamo che anche solo in base ad alcune nostre caratteristiche fisiche possiamo confermare come la nostra non è una natura onnivora.

Se andiamo ad analizzare le caratteristiche di un orso (onnivoro) e di una scimmia (frugivora) possiamo subito renderci conto che la scimmia è senza dubbio molto più simile a noi:

  1. - Assenza di artigli a mani e piedi (impossibilità di afferrare la preda bloccandola conficcando gli artigli)
  2. - Mano prensile tipica del raccoglitore di frutti (presenza del pollice)
  3. - Intestino lungo (difatti le proteine animali che nel nostro lunghissimo intestino rimangono per molto tempo si putrefanno e creano tossiemia)
  4. - Danno da colesterolo con conseguente ictus, aneurisma, infarto (ingerendo il grasso animale tendiamo ad otturare i nostri vasi sanguigni con placche di colesterolo)
  5. - Canini corti (impossibile per un essere umano uccidere a morsi una mucca, strapparle la carne e mangiarla in maniera selvaggia, cruda e sanguinante)

Queste sono solo alcune caratteristiche fisiche che non ci accomunano ad onnivori e carnivori. Inoltre, molte delle malattie sono causate da un ambiente acido, e i prodotti animali sono i più acidi in assoluto, mentre gli antiossidanti contenuti in frutta e verdura alcalinizzano e disintossicano attivando meccanismi di guarigione.

Autore Strega
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!