Dott. Vittorio Caprioglio - La Febbre Ha Un Significato Nascosto

In questo breve video il Dottor Vittorio Caprioglio parla della febbre da un interessante punto di vista, quello psicosomatico. In particolare risponde ad una lettera ricevuta da un lettore di Riza Psicosomatica il quale racconta di incorrere spesso in stati febbrili rapidi ma tuttavia intensi soprattutto la sera.

La febbre ha un preciso scopo che è quello di ripulire l'organismo da batteri e virus esterni, è un meccanismo difensivo di protezione e guarigione atto a riportare un equilibrio perduto. Ma ha anche un'altro significato; quando non vi sono problematiche di tipo virale forse significa che vi è un "fuoco" un qualcosa che deve esprimersi su altri piani (può essere una mancata espressione di rancore o di creatività o altro). Spesso si riscontra nei giovani, negli adolescenti che sotto l'aspetto psicosomatico non riescono a "buttar fuori" un'emotività latente su un qualche aspetto della loro vita, oppure il non riuscire ad esprimere e consumare tutta l'energia della giornata.

Questo avviene attraverso febbri leggere nella parte finale della giornata paragonabili ad uno sfogo. La febbre è quindi come una froza vitale, un energia che non trova il giusto canale per potersi esprimere in modo corretto. Si può dire che sotto il piano puramente simbolico la febbre cerca di sbarazzarsi con l'ardore del fuoco di tutto ciò che ristagna dentro di noi, ciò che pare statico in favore di un rinnovamento che permette la massima espressione della nostra vitalità.

Autore jeronta17
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!