Dott. Caprioglio - Senza Acido Urico si Allontanano Ischemia e Infarto

Nel presentare il nuovo numero di Salute Naturale, il professor Vittorio Caprioglio parla del cambio di stagione e di come ogni essere vivente in natura abbia la tendenza a rallentare il metabolismo per sfuggire alle insidie del freddo; ciò vale anche per l'essere umano seppure in maniera un poco diversa. Anche l'organismo umano tende a rallentare naturalmente e questo può portare a disturbi gastrointestinali.

Ritmi diversi quindi che portano il nostro corpo ad essere potenzialmente più fragile (relativamente all'apparato respiratorio in primis). Il dottor Caprioglio si sofferma sull'acido urico, un metabolita che a seguito di alimentazioni eccessivamente proteiche (una consuetudine nel periodo natalizio si sa) dovute al consumo di carni oppure formaggi comporta un tasso elevato di acido urico nel sangue. Chiaramente tale acido ha una sua logica funzione all'interno del nostro corpo utile tra le varie cose per creare i fondamenti del sistema immunitario ed anche come antiossidante; tuttavia in eccesso può cristallizzarsi nel sangue e creare qualche problema a fegato e reni.

Nella fattispecie ci si può accorgere di questo problema con l'evidenziarsi di eventuali gonfiori, ritenzione idrica oppure dolori articolari mattutini o ancora il notare urine piuttosto scure e di poca quantità. Si tratta quindi di ristabilire un equilibrio attraverso determinate erbe e trattamenti assolutamente naturali. Il video si conclude con l'accenno di come proteggere la pelle in questi mesi freddi con l'aiuto di 7 minerali naturali particolari.

Autore jeronta17
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!