Digiuno terapeutico: vantaggi e benefici della dieta del digiuno

Al contrario di quanto tradizionalmente si pensa, mangiare troppo non è salutare per l'organismo. Molto spesso si possono causare malattie dovute al sovraffaticamento, e grazie al digiuno è possible rimettersi in sesto.
Il digiuno terapeutico è una sorta di pulizia dell'organismo.

La dieta del digiuno non è attiva ma passiva: nei 14 giorni di digiuno è necessario non subire alcuno stress o sovraffaticamento. Pertanto è opportuno non andare al lavoro, ma stare al letto e dormire per la maggior parte del tempo. Solo in questo modo l'organismo può mettere in atto meccanismi di auto-riparazione. Infatti, il nostro corpo ha delle proprietà innate a guarire da malattie o da danni, basta solo metterlo nelle condizioni ideali per farlo.

Il digiuno deve essere svolto senza fattori inquinanti, come il tabacco o l'alcool, ma anche senza inquinanti sonori ed emotivi. Per questo è vietato guardare la TV ed essere sottoposti a qualunque tipo di stress. Deve essere un momento necessario per prendersi cura di se stessi e, se necessario, isolarsi da tutto e tutti e concentrarsi sull'obiettivo.

Con il digiuno terapeutico si può guarire da: malattie virali, del sistema nervoso, del sistema immunitario, della pelle, dell'apparato locomotorio; dall'obesità e i suoi effetti; da problemi cardiaci, circolatori, digestivi e ghiandolari.
Altri vantaggi del digiuno terapeutico sono: auto-riparazione e auto-purificazione del corpo, rinforzamento di tessuti, muscoli, ossa e organi e stimolazione delle difese immunitarie.

Nel video qui proposto, un esperto in nutrizione crudista, il dottor Giuseppe Cocca, espone ulteriori benefici e chiarimenti sulla pratica del digiuno terapeutico.
Autore Alessandra
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!