Come salvare una vita: manovre di rianimazione cardiopolmonare

Ciò che può fare la differenza in un soggetto infortunato è il primo soccorso: alcune specifiche manovre possono davvero salvare la vita di una persona.

Il Basic Life Support (supporto di base alle funzioni vitali) è una tecnica di primo soccorso, nota soprattutto con l'acronimo BLS. Queste manovre possono essere fondamentali per un paziente infortunato. Con questa definizione, intendiamo una persona priva di sensi, una persona con vie aeree ostruite da oggetti o acqua, una persona sottoposta a folgorazione elettrica, una persona in arresto cardiaco. Di fronte a situazioni del genere è possibile intervenire se si conosce il BLS.

La tecnica BLS, infatti, comprende sia la rianimazione cardiopolmonare (RCP) sia il supporto alle funzioni vitali.
Perchè è importante intervenire in questi casi? Il rischio principale è la mancanza di ossigeno alle cellule cerebrali e, sappiamo bene, che un lungo periodo in questo stato provoca danni irreversibili al soggetto.
Ovviamente, prima di eseguire un intervento di primo soccorso è necessario saper effettuare correttamente un massaggio cardiaco o una respirazione bocca a bocca. Per contribuire a salvare la vita di una persona, in attesa che arrivi un'ambulanza o sia possibile l'utilizzo di un defibrillatore, è quindi fondamentale conoscere queste manovre.

In questo video, un infermiere dell'Ares 118 mostra come eseguire il BLS in modo corretto, senza arrecare ulteriori danni al soggetto.
Autore Alessandra
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!