Come preparare un antinfiammatorio naturale a base di arnica

L'Arnica montana ha grandissime proprietà terapeutiche. Non in molti conoscono la sua forte azione infiammatoria ad esempio.
E' un fiore di origine montana, della famiglia delle asteracee, a coltivazione naturale protetta, per cui non può essere colta da chiunque. Della pianta vengono utilizzati i fiori, ricchi tra l'altro di fenoli, carotenoidi e flavonoidi (ottimi antiossidanti) che vanno ad agire sul sistema circolatorio.

Per la sua preparazione vengono messi sotto alcool i petali, dai quali si ricava un olio utilizzato per preparare poi pomate e creme.
Come accennato in precedenza ha un'alta funzione antinfiammatoria e antidolorifica, e permette anche il veloce riassorbimento dei lividi e non va mai applicata sulla cute quando ci sono escoriazioni. In questo video viene spiegato come si può preparare in casa un unguento da applicare sulle parti dolenti.

Per gli ingredienti di seguito elencati, ci si può rivolgere in erboristeria: 10 gr di Cera di Api; 10 gr burro di Karite; 40 gr olio di arnica; otto gocce di olio essenziale di rosmarino o alloro.
Procedimento: mettere a bagno Maria in un pentolino di acciaio la cera d'api con il burro di karite. Quando tutto è sciolto, spegnere il fuoco (assolutamente) e aggiungere l'olio di arnica. Continuare a mescolare fino a che il composto torni liquido, basta poco. Aggiungere l'olio essenziale di rosmarino o in alternativa di alloro (entrambi hanno funzione antinfiammatoria) ; una volta sciolto bene, trasferire tutto in un contenitore sterilizzato e lasciare riposare e solidificare per almeno mezz'ora. Il tutto si conserva fino ad un anno. All'occorrenza applicare una piccola quantità con movimenti circolari.
Autore Milkanna
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!