Camminare fa dimagrire?

Sì, camminare fa dimagrire, ma i veri risultati si vedono con la costanza e con l'impegno, quindi non parliamo di semplici passeggiate con le amiche, bensì di un passo deciso e veloce, senza soste, che dev'essere portato avanti per almeno 40 minuti, anche se l'ideale sarebbe di un'ora (3 km circa). In sostanza la camminata da fare è la camminata veloce, quella camminata che dopo 10/15 minuti comincia a farvi sudare, sempre che non siate allenati, perché in quel caso suderete molto più tardi e molto meno.

Ovviamente bisogna associare un regime alimentare adeguato, quantomeno ridurre le quantità di cibo, il che non sarà difficile perché già di per sé l'attività fisica attenua la fame nervosa, lo stuzzico frequente durante la giornata, perciò quando andrete a mangiare lo farete per fame e non per voglia.

Se quando camminate riuscite a fare anche qualche passo di corsa andrete a raddoppiare il consumo di calorie, in quanto ci sarà sia un movimento orizzontale che verticale, dato proprio dal saltello che si fa per correre. Questo è per coloro che hanno determinati problemi, come ad esempio alla schiena, e quindi non possono farla tutta di corsa, però qualche passettino ogni tanto si può fare, senza procurare ulteriori danni alla nostra condizione fisica.

È buona abitudine farlo ogni giorno, si può saltare qualche volta se non avete tempo o sufficiente vigoria fisica, se siete malati, ma l'importante è come abbiamo detto la costanza, essere disposti a "soffrire", ad impegnarsi, perché se volete grandi risultati con il minimo sforzo non li otterrete di certo. Dovete uscire dalla condizione di "obeso mentale": così si chiama colui che non vuole sostenere la fatica, neanche per una semplice camminata, dal suo soggiorno fino al panettiere sotto casa.

Autore SettimaLuna
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!