Caffè macchiato e gonfiore addominale: ecco come risolvere il problema!

Nel corso degli ultimi anni sono stati diversi gli studi effettuati sul caffè per valutarne le caratteristiche nutritive e le sostanze che vi sono presenti e che agiscono sul nostro organismo. I ricercatori si sono concentrati su diverse componenti e sui meccanismi d'azione che determinano dei cambiamenti nell'organismo umano. Il risultato è stato che da una parte ci sono coloro i quali sostengono che il caffè, a lungo andare, possa provocare delle manifestazioni cliniche anche gravi e chi, dall'altra, sostiene che, invece, sia benefico.

Ci è mai capitato di prendere un caffè macchiato e, successivamente, di gonfiarci a livello addominale e di avere a che fare con una cattiva digestione? Questa correlazione è stata analizzata, nel video, dalla Dottoressa Paola Chiari. La dottoressa ha analizzato le sostanze presenti nel latte e nel caffè ed è arrivata a capire il meccanismo che ci porta ai problemi sopra elencati.

Nel latte vi è la presenza di caseina che tende ad effettuare un legame abbastanza forte con la caffeina. Proprio da questo legame nasce un composto conosciuto con il nome di tannato di albumina che presenta delle caratteristiche particolari: la digestione di questa sostanza richiede un tempo di oltre 3 ore. Per questo motivo, specie se il caffè macchiato viene consumato dopo un pranzo, si hanno dei problemi a livello addominale e gastrointestinale, con una digestione prolungata rispetto al normale!
Autore V2793
Vota questo articolo
Avvia
Condividi

Lascia il tuo commento!